Armadi climatizzati per Vino, Frigo Cantina, Cantinette
Elettrodomestici da incasso, Tritarifiuti domestici
Vendita al Pubblico

Ecobonus Elettrodomestici

Gli incentivi previsti per il 2010, 2011 e 2012 sono scaduti e non sono più stati riproposti dal Ministero.

Per l’anno 2013 sono previste detrazione fiscali del 50% nei limiti di 10.000 Euro di spesa per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati ad arredo di immobili che sono oggetto di ristrutturazione.

Il Consiglio dei Ministri del 31 maggio ha varato la proroga della detrazione del 50% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio e la detrazione del 55%, che sale al 65%, per gli interventi legati al risparmio energetico fino al 31 dicembre 2013.

Oltre alla proroga il Senato ha esteso ai «grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica» la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto dei mobili, «finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione».

Il limite di spesa di 10.000 Euro dovrà quindi bastare sia per i mobili sia per gli elettrodomestici. L’articolo 16, comma 2, del Dl 63/2013 è in vigore dal 6 giugno e tutte le modifiche durante la sua conversione in legge non avranno efficacia retroattiva.

Per poter beneficiare della detrazione fiscale, oltre al requisito suddetto dell’arredo di immobile in ristrutturazione, è necessario che i pagamenti siano effettuati con «bonifici bancari o postali con le medesime modalità già previste per i pagamenti dei lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati». Quindi, nei bonifici dovranno essere indicati «la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste Italiane SPA per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati» (articolo 16-bis, Tuir), «il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di Partita IVA o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato».

È consentito effettuare il pagamento anche mediante carte di credito o carte di debito.
La data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare (indicata nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul conto corrente del titolare stesso. Non è consentito, invece, effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Per maggioni informazioni La invitiamo a consultare il sito della Gazzetta Ufficiale al seguente link.

E il sito dell’Agenzia delle Entrate ai link:



Prodotto inserito a catalogo martedì 22 ottobre, 2013.

facebook twitter google+ youtube yahoo vimeo    
cc pagamenti

Copyright © 2017 - Le informazioni riportate su www.rasera.it possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Thema S.r.l. Via Kennedy 3, 31031 Caerano di San Marco (TV) - Italia
Tel +39.0423.650.022 - Fax +39.0423.650.360 - C.F e P.Iva 02383030265 - N.Reg. A.E.E. IT08020000001394
Capitale Sociale interamente versato euro 41.600,00 - Powered by Zen Cart - Il tuo indirizzo IP è: 54.158.195.221